L'Isolotto di Bergeggi è situato nei pressi della costa ligure, nella Riviera di Ponente, di fronte al comune di Bergeggi. L'isola appartiene alla Riserva Naturale Regionale di Bergeggi. Si presenta come un suggestivo cono di roccia calcarea che raggiunge i 53 metri di altitudine. Pare che in tempi remoti l'isola fosse collegata alla costa da una stretta lingua rocciosa, poi demolita dal moto ondoso. Oggi si presenta rocciosa e dirupata, coperta solo in parte da vegetazione mediterranea. Tra le specie vegetali più interessanti figurano la Campanula sabatia, esclusiva della Liguria occidentale, e l'euforbia arborea, un arbusto che, al contrario della maggior parte delle piante, perde le foglie all'inizio dell'estate per farle rinascere in autunno.
L'isola di Bergeggi conserva notevoli testimonianze storiche e archeologiche. Sulla sua sommità si trovano resti di edifici militari e religiosi, risalenti a epoche diverse. Gli edifici più antichi furono eretti molto probabilmente in epoca tardo-romana. Nel punto più alto dell'isola si conservano le basi di una massiccia costruzione cilindrica, forse una torre di avvistamento o un faro eretto in funzione del vicino porto di Vada Sabatia (l'attuale Vado Ligure).